Racconti

Il gigante
Il suono di una voce mi ha fatto tornare in mente, ora, un ragazzo pugliese grande come l’anta di un armadio che conobbi durante la naia, in quegli anni in cui credi già d’essere padrone della vita….

Che il cielo mi abbia in gloria
Ma che succede? C’è una strana atmosfera oggi al bar aziendale, sembra d’essere in un film! Nessuna ressa, tutto in ordine, ovattato: quale bizzarra garberia s’è impossessata dei colleghi? In realtà mi puntano, mi studiano, sono attenti…

Ultimo benchmark
Mancano pochi giorni al congedo finale. Anzi, tecnicamente si chiama “esubero”, perché il potere s’è trasferito altrove e così l’azienda, come ovunque oramai nel settore finanziario, dopo anni di bulimia è diventata anoressica…

Escrevo da Montese destruida.
Escrevo da Montese destruida. Montese non esiste più. Nessuna casa intatta. Solo ora podemos avaliar l’effetto terribile dei colpi de artilharia. Montese è una cidade deserta, envolta em ruinas. Case in frantumi. Macchie di sangue testimoniano la violenza della battaglia….

In bicicletta
Brani estratti dal libro “In bicicletta lungo la Linea Gotica”: “Ci troviamo a 900 metri sul livello del mare, immersi nel bosco. Un’altra aria. Sulla parete di pietre che chiude il piazzale c’è….. 

Le castagne
“Ricordo che mia madre ci accompagnava alla messa, a me e mio fratello, la domenica mattina presto, quando ancora era notte. Davanti alla chiesa ci comperava le castagne….

Le scale
Il bambino teneva la mano di suo padre e saliva la lunga scala che dalla spiaggia lo riportava in alto, dove era parcheggiata la loro auto. E suo padre gli parlava. Si stava bene in quel luogo, quella sera, di fronte a quel mare e a quel sole….

I tre alberelli
Magnifica giornata di sole di fine ottobre, quando il cielo è ancora tiepido e di un azzurro più pieno della sciatteria che spesso ci circonda sbiadita. Padre e figlio passeggiano negli angoli nascosti del parco comunale, tra ippocastani e platani……

Il naso triste di Bartali
Ho amato questa canzone di Paolo Conte fin dalla prima volta che l’ho ascoltata. Anche il naso di mio padre mi sembrava triste come una salita, e anche le sue pedalate erano una specie di gara, ma con la vita, quella vita che da sempre reclama la sua fatica: infiniti saliscendi dentro le polverose strade di sassi, che dalla nostra casa di campagna arrancavano su, scalinando…..

L’ape e l’architetto
Chissà quando questa metafora iniziò ad ispirarmi la filastrocca di ricordi che mi riconducono a mia madre? Quanto tempo richiese, per dispiegarsi, quel cammino fatto di trame? L’ordito. L’architetto lo pensa il suo progetto, e lo disegna, lo divide in sequenze che affida a maestranze preparate, e poi supervisiona, calcola, osserva, attende con ansia la realizzazione. L’ape agisce, è operosa, è lei la maestranza di se stessa e non si ferma mai, è paziente nel seguire il ritmo delle sue sequenze, non sa nemmeno cosa sia la pazienza, semplicemente la vive come un dato della sua natura, le è congenita.

Persona parlante non veduta
L’uomo si trovava nel parlatorio di una prigione. Un corridoio con una specie di mensola lungo tutta la parete, e sopra la mensola un unico lungo vetro, alto fino al soffitto. L’uomo camminava alle spalle degli altri…

Indugiare
Saluta la sua compagna sfiorandole le labbra con un bacio fugace, quasi distratto, ma lei è altrove e quando si volta lui già si distoglie. Va di fretta, o quasi. Beve in piedi il caffè, poi s’allontana e le dice ciao, mentre strizza l’occhio, scherzoso. Ancora ignaro. Lei accenna un sorriso, il suo aspetto è sereno, si volge di nuovo alle sue cose. In corridoio ha un fremito davanti allo specchio. Vede se stesso e…

Vengono in due o tre
Vengono in due o tre, mai da soli. Bussano alla porta ma non si limitano a bussare. Fanno rumore. Disturbano. Chiamano a voce alta. “Chissà se è in casa?” dicono. Io li caccerei via volentieri ma non posso, devo farli entrare…..

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...