I rifugi di Lenin (Mario Dondero)

imageHo visitato questa sera a Chiaravalle la mostra fotografica di Mario Dondero “Istantanee dalla Russia di Putin”, organizzata dal circolo fotografico Avis. Un racconto fotografico realizzato sei o sette anni fa, in occasione di un viaggio che Dondero fece insieme al giornalista Astrit Dakli, e raccontato anche nel libro “I rifugi di Lenin”. Fotografare “l’mmaginario” che ancora si può respirare della “storia russa (o sovietica)” degli ultimi decenni. Attraverso i volti delle persone, sui luoghi importanti. Da Mosca, per Kronstadt e Stalingrado, fino all’Amur.
Non ho pouto essere presente sabato scorso all’inaugurazione (presenti anche Astrit Dakli, Angelo Ferracuti e Massimo Raffaeli), perché ero altrove, mi debbo accontentare di qualche spezzone su you tube. Nella fotografia, anzi, nel lavoro del “relatore fotografico”, come dice Dondero nella conversazione con due ragazzi che lo intervistano, “la cosa fondamentale è l”immaginazione, la capacità di costruire racconti”, aggiungendo poi: “le foto devono essere il più perfette possibile sul piano estetico, ma questa estetica non deve spegnere la forza del discorso.” 
La mostra è aperta fino al 2 novembre, visitatela.

Advertisements

Informazioni su Tullio Bugari

https://tulliobugari.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in fotografia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...