Ma la Staffetta continua: prime impressioni e prossime iniziative (30)

E già, anche il dopo Staffetta non è un dopo ma un continuo. Ieri “a caldo” ho iniziato a raccogliere le prime impressioni alla fine del viaggio, da Lorenza e da Paola; altre ne avevo già raccolte durante il viaggio, da Sandro, Roberto, Leonardo, Rossana, e altre ancora sono state registrate al microfono per la trasmissione in fase di montaggio di Radio TLT. Oggi ne ho ricevute altre, via sms o email. Ecco Antonio, ciclista trentino, gran pedalatore e ottimo compagno di viaggio: “Da Massa a Pesaro ho pedalato in compagnia della Staffetta della Memoria, lungo la linea gotica, della barbarie nazi-fascista, e della eroica resistenza partigiana, in raccoglimento nei luoghi del martirio e del dolore”; aggiungo a queste sue note una foto che gli ho scattato durante la lunga salita sul Falterona, mentre Andrea lo riprendeva e lui leggeva la lapide con cui l’Anpi di Cervia ricorda il partigiano Virginio Zoffoli, “caduto per la libertà il 16 aprile 1944”. OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Scrive invece Rossana, di Viareggio, la “ferroviera ciclista”: “E’ stata un’esperienza unica, una sfida vinta  (e non era facile, molte salite, molto sterrato), una grande soddisfazione. Come cicliste eravamo 2, spesso ci facevamo coraggio a vicenda, tutte e 2 toste e decise a non mollare. Sì, perchè si pedala con le gambe, ma soprattutto con la testa, perchè è la determinazione, la voglia di arrivare in fondo che ti fa superare la fatica e i momenti di crisi. C erano altre 4 donne (più altre 2 nei primi 3 giorni ) nello staff, occupate in varie attività non meno importanti (la guida dei furgoni, il rifornimento alimentare ), anzi fondamentali per la riuscita della staffetta. Abbiamo creato un bel gruppo: questo è stato possibile anche perchè, essendo la quarta edizione, gli organizzatori sono esperti e collaudati. Siamo partiti da una prima notte in albergo (quando ci si conosceva ancora poco) per poi dormire in un rifugio, un ambiente spartano che ha creato un clima conviviale, anche grazie alla chitarra e ai canti corali. Un esperienza significativa anche dal punto di vista storico, per cui se ognuno di noi tramanda qualcosa di quello che ha visto e sentito, già si allarga la rete della conoscenza sui fatti che hanno scritto la nostra Storia; abbiamo ribadito la sacralità della Costituzione, frutto di sangue e di sacrificio: ora dobbiamo difenderla con tutte le nostre forze dagli attacchi di questi anni per stravolgerla che annullerebbero lo spirito di sacrificio di questi eroi della Resistenza.”

Poi Fausto, di Ancona, anche lui, come Antonio e Rossana, alla prima edizione: “Torno alla quotidianità con un po’ di tristezza ma consapevole di aver pienamente contribuito a raccogliere e diffondere messaggi di pace… per tutte le genti che passeranno.”

Un sms arriva anche da Giusi, di Osimo, anche lei alla sua prima Staffetta, che in questi giorni si è alternata con Lorenza alla guida del furgone principale: “Ecco le mie impressioni sulla Staffetta: settimana molto intensa, ho fatto il pieno di emozioni e credo che le porterò con me per molto tempo; bellissimo progetto e bella esperienza, dove convivialità, divertimento, nostalgia, memoria, e non ultima la bellezza dei luoghi – nonostante il tempo avverso – si sono fusi insieme. Grazie di cuore a tutti.”

E poi Mauro, di Ostra: “E’ stata la mia seconda Staffetta della Memoria: ho ritrovato vecchi amici e conosciuto altre belle persone. Ognuno di loro mi ha arricchito come anche i luoghi che abbiamo visitato e le storie ascoltate incontrando chi ha vissuto e partecipato alla nostra Resistenza. Quello che mi ha particolarmente colpito è stato vedere come molte donne e uomini, che appartenevano alla parte più Umile del nostro Paese, non hanno esitato a mettere in gioco la loro vita per gli ideali di Libertà e Giustizia. Spero che anche il nostro pedalare di borgo in borgo sia servito a “non dimenticare”.

E ancora Irene, del gruppo Libera di Jesi, una delle più giovani, alla sua prima Staffetta, che in qualità di autista mi ha scarrozzato durante i trasferimenti: “Una settimana bellissima, anche se movimentata. In questi giorni ho imparato tante cose nuove e ho visitato per la prima volta posti che mi sono sembrati bellissimi. Alcuni partecipanti erano già miei amici, e con loro è stato anche più movimentato, ma poi ho conosciuto anche gente nuova con cui mi sono subito sentita a mio agio, mi sono divertita tantissimo e sono stata benissimo. Avrei voluto rimanere ancora altri giorni ma la settimana è praticamente volata via, anche se è stata molto densa e ricca di tante cose diverse.”  

Prima ancora di dire Arrivederci al 2015, la Staffetta continua. Per ciò che mi riguarda direttamente, venerdì prossimo, il 9 alle ore 17, sarò con il libro In bicicletta lungo la LineGotica, alla biblioteca di Empoli (la locandina).
Nei prossimi giorni, tutta la cronaca delle varie tappe della Staffetta, che ho raccolto e scritto frettolosamente nelle pause del viaggio per renderla subito disponibile, sarà un po’ riordinata e integrata e inserita direttamente sul sito ufficiale della Staffetta. Poi, si stanno già preparando altri appuntamenti per l’estate, e probabilmente ci intrecceremo con iniziative di altri, perché la Staffetta è anche un’intrecciarsi di percorsi.
Proprio mentre pedalavo, ricevevo dall’amico Eriberto Melloni della Pro Loco di Pracchia, l’invito a partecipare alla “Porrettana-Appennino Trek“, “150 anni di treno, 6 giorni di passi nelle terre di Guccini e Terzani”, dal 13 al 18 giugno prossimi, a cura della Pro Loco di Pracchia e altre associazioni.

Seguiteci, sul sito della Staffetta e su tutte le pagine collegate, compreso questo blog. Arrivederci alle prossime iniziative, pensando già alle iniziative 2015.

Annunci

Informazioni su Tullio Bugari

https://tulliobugari.wordpress.com/
Digressione | Questa voce è stata pubblicata in memorie e dintorni, STAFFETTA 2014 e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...