La memoria va in bici

Aspettando la Staffetta della memoria. Ricevo da Claudio Sbaffi, docente referente del progetto, e riporto volentieri qui, il suo testo di presentazione della manifestazione La memoria va in bici, della Scuola secondaria di primo grado “Lorenzini” ( Istituto comprensivo san Francesco – Jesi). Già martedì scorso Claudio e alcuni dei ragazzi della scuola media hanno anticipato – nel corso di un a serata dedicata alla memoria dei martiri di via Cannuccia, presso il circolo arci F.lli Cervi – il programma della prossima edizione, che si svolgerà tra pochi giorni, in occasione della ricorrenza del 25 aprile. Un’iniziativa simile, nello spirito, alla avventura della Staffetta della Memoria, in bicicletta sulla Linea Gotica, che partirà il prossimo 25 aprile da Forno (Massa) per arrivare il 1° maggio al parco Miralfiore di Pesaro.

Presentazione ed obiettivi. Diversi sono i luoghi nella nostra città segnati tragicamente dalla guerra di liberazione, dove a cadere furono vittime varie: dal partigiano al bersagliere, dal carabiniere al contadino, dal gappista al comune cittadino.
via delle orfanevia Montecapponevia Cannucciavia castelfidardoorti paceQuesti luoghi sono ricordati con lapidi, cippi, croci o un’opera artistica, i quali, avendo lo scopo di ricordare e far ricordare, sono tanti monumenti. La biciletta permette di raggiungere ed unire i vari luoghi disseminati nella città in un percorso unico, con tempi relativamente brevi e con spirito di unione e coralità. Per il giovane studente questi monumenti sono l’occasione per avvicinarsi sia ad un oggetto della memoria, con cui recuperare le vicende locali di un periodo storico ed eventualmente celebrarle, sia ad un documento materiale, che diventa strumento di studio aprendosi a molteplici domande (sul periodo storico della sua deposizione, sul linguaggio scritto e simbolico usato, sul messaggio che i promotori volevano diffondere). Inoltre l’organizzazione e la partecipazione ad una manifestazione pubblica realizzano quell’educazione alla cittadinanza, che si rivela singolarmente come scoperta di essere un con-cittadino.

Fasi operative. 1) Conoscenza storica dei luoghi cittadini della memoria per produrre schede informative e/o brevi rappresentazioni e flash mob (la terza A si occupa dell’eccidio di Montecappone, la terza B della morte del bersagliere Riccardi durante la battaglia di Montegranale, la terza C dei cinque contadini fucilati in zona Cannuccia, la terza D dei due partigiani fucilati in via delle Orfane); e contemporaneamente preparazione musicale di canzoni e musiche adatte all’evento.
2) Incontro assembleare delle classi terze con l’ex partigiano Paolo Orlandini il 14/04/’14 dalle ore 9 alle 11, al quale incontro parteciperanno anche due membri dell’Anpi di Jesi, il presidente Daniele Fancello ed il prof. Armando Fancello. Per un malore di Orlandini tale incontro è avvenuto con Cesare Rossetti e Sauro Rosini.
3) Manifestazione celebrativa e volontaria il 25 aprile di visita in bicicletta di quattro luoghi della memoria (con raduno ciclistico alle ore 8,15 presso gli Orti Pace, con l’accompagnamento dell’Associazione ciclistica Bike Team Jesi, con l’arrivo alle ore 11 presso l’Arco Clementino per unirsi poi, chi desidera, al tradizionale corteo a piedi, che termina in Piazza del Comune per l’onore ai caduti).
4) produzione da parte degli alunni di articoli di cronaca e di commento, nonché di disegni e dipinti, relativi all’iniziativa da divulgare nel Blog della scuola e nella stampa locale.

Collaborazione: Anpi, Bike Team Jesi, Uisp, La staffetta della memoria, Associazione Asiamente.  Patrocinio: Comune di Jesi.

(le foto sono quelle scattate lo scorso anno, ciascuna in una diversa tappa in città; nell’ordine: via delle Orfane; via Montecappone; via Cannuccia; vioa Castelfidardo; Orti Pace).

Annunci

Informazioni su Tullio Bugari

https://tulliobugari.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in memorie e dintorni e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a La memoria va in bici

  1. Pingback: martiri XX giugno (1944-2014) | tulliobugari

  2. Pingback: I martiri di via Cannuccia: chi erano? | tulliobugari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...