Fare operazioni di memoria fa bene

scuolaSabato 25 gennaio alle ore 17.30, presso lo Spazio Autogestito Arvultùra in via Abbagnano a Senigallia, nuovo incontro con il libro “In bicicletta lungo la Linea Gotica”; ecco qui un brano dove si racconta degli incontri con le scuole, attraverso le parole di Francesco:
“Siamo stati con loro più di un’ora. Noi siamo abituati a incontrare classi scolastiche, per parlare di legalità e raccontare le attività della nostra associazione, Libera. In questo caso invece gli argomenti sono un po’ diversi ma ci siamo preparati con cura, per cercare di valorizzare il più possibile questa opportunità. Per fortuna i ragazzi avevano già lavorato con le loro insegnanti e molte cose già le conoscevano. Li ha aiutati anche avere una scuola intestata proprio al comandante del Giudice, di cui oramai conoscono bene la storia.
Il nostro metodo possiamo definirlo maieutico. Abbiamo fatto parlare i ragazzi, chiesto che cosa sapevano, per partire proprio dalle loro conoscenze e da ciò che più li incuriosisce.
Dialogare con i ragazzi è molto interessante, proprio perché ti aiuta a guardare con altri occhi queste vicende e non dare mai nulla di scontato. Ci siamo accorti che a loro risultava difficile capire come allora fosse collocata l’Italia, prima e dopo l’armistizio, la caduta del fascismo, il cambio del governo e delle alleanze, poi la Resistenza. E’ un quadro complesso nel quale i conti non tornano subito e in modo immediato.
Sembra quasi una ricerca per definire un’identità più precisa del nostro paese e le vicende della guerra, da sole, se togliamo la Resistenza, possono confondere, perché non si capisce bene se sia stata vinta o persa, insieme a chi o che altro, o in che modo. E’ un quadro che richiede più attenzione perfino a noi, per cogliere in maniera più completa i significati più importanti e non confonderli.”

La memoria è importante, anche nel modo di intenderla, cercare di trasmetterla e praticarla. Come scrive Massimo Cirri nella prefazione“Fare operazioni di memoria fa bene. Distende i sentimenti e fortifica la mente. Altrimenti ci si dimentica – ma questo non sarebbe neanche il male peggiore, perché un po’ di oblio stempera la violenza delle cose e le mette in una luce più dolce – ma soprattutto perché senza coltivare la memoria si vive schiacciati in un eterno presente. Se poi la memoria la si pratica in bicicletta ne beneficia anche il corpo. Se è staf- fetta, diventa gioco collettivo, passaggio….”.

Il libro racconta l’esperienza della Staffetta della Memoria, al seguito dei ciclisti che hanno attraversato l’Italia lungo la Linea Gotica, dal Tirreno all’Adriatico, un viaggio geografico e storico, dal 25 aprile al 1° maggio. Parteciperanno all’incontro di Senigallia anche i promotori del progetto Staffetta della Memoria e sarà presentata per l’occasione anche il programma della quarta edizione, che si svolgerà sempre dal 25 aprile al 1° maggio 2014. Chi vuole venire a pedalare o partecipare agli incontri lungo l’itinerario, le iscrizioni si raccolgono fino a sabato 5 aprile – Referente per “La staffetta della memoria”: Doriano Pela: +39 339.7023075).

Altri articoli sull’argomento e sul tema della Memoria:
Il diario fotografico del viaggio 2013
Tutte le foto del 2013 e le canzoni della Staffetta
La difficoltà di educare alla memoria attraverso la pratica della commemorazione

Annunci

Informazioni su Tullio Bugari

https://tulliobugari.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in LIBRI, LUNGO LA LINEA GOTICA, memorie e dintorni e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Fare operazioni di memoria fa bene

  1. Pingback: Pagine di natura, pagine di cultura | tulliobugari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...