Egitto, oltre il disastro

Gianluca Solera

Articolo pubblicato per la rivista “Azione Nonviolenta”.

Avevo partecipato ad Alessandria d’Egitto alla grandissima mobilitazione del 30 giugno scorso, forse la più grande manifestazione di protesta della storia moderna, all’apice di Tamarrud, una campagna che aveva raccolto più di 22 milioni di firme per chiedere il trasferimento dell’autorità presidenziale al Presidente della Corte costituzionale, la creazione di un governo competente che gestisse le emergenze dell’economia e della sicurezza, la revisione della Costituzione attraverso un comitato di esperti e la sua approvazione tramite referendum popolare, e la convocazione entro sei mesi di nuove elezioni parlamentari e presidenziali.

Le colpe di Mursī

Eravamo in una situazione di vuoto istituzionale, nel quale i cittadini non disponevano di strumenti per rimettere in discussione la guida del Paese, che credevano confiscata dai Fratelli musulmani per portare avanti un progetto di parte, invece di portare a compimento il processo rivoluzionario apertosi il 25 gennaio 2011, e…

View original post 2.339 altre parole

Annunci

Informazioni su Tullio Bugari

https://tulliobugari.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Forum Sociale Mondiale, Mediterraneo. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...