“I luoghi, la memoria, le immagini”

972325_678664952148957_1799408957_nLuigi Bartolini, “Liriche e polemiche” (seconda edizione di “Scritti d’eccezione…), Nistri-Lischi editore, Pisa, 1948.  Si apre con un ricordo di Dino Campana questa raccolta di Luigi Bartolini: “In redazione del Fieramosca i maggiori parlavano di poeti e di arte. Io ascoltavo, quasi sempre con intenso dispetto quello che udivo e, manifestatamente, con noia, mi ero fatto tutti nemici: redattori e frequentatori della redazione. Non volli mai essere presentato al Soffici, al Papini e agli altri Vociani che la bazzicavano. nondimeno debbo confessare che, allora, le prose di Soffici mi piacevano. Mi piaceva la sua prosa ma non il suo atteggiamento. Allora spirava vento francese e futurista; ed egli, con la sua bandiera spiegata, furoreggiava in mezzo alla gioventù. La gioventù è quella che beve facilmente. Ma esistono tipi scontrosi, come il Campana e come me, creature irrudicibili. Uomini, come il Campana, mitici. Esseri sgocciolati da altri mondi come rugiada per le rose del nostro terrestre pianeta…”.  
1 2E ancora: “A Dino la poesia fioriva in bocca come il fiore bocca-dileone su d’un muro, su 
3 una muraglia da trogloditi. Gli fioriva di mattina, alle prime ore dell’alba, La notte, però, era stato Iddio a mettergli in bocca le note musicali delle parole. Dino incominciava a parlare. Ogni sua frase era di poema. Sarebbe occorso che io avessi saputo stenografare. L’onda era piena, la linfa era pura. Effettivamente, nelle sue carte, è rimasto, di lui, il minimo. Soltanto qualche grido. Come un graffito etrusco scrostato. Interrotti gridi. Ma vederlo parlare ! Udirlo quando si accendeva ! Il vulcano partoriente fuoco non è che una grossolana immagine, a confronto del suo eloqui elettrico, a paragone del fumo e del profumo delle sue parole.”

Ho scelto queste citazioni per ricordare l’evento che si è svolto – nel ciclo di iniziative dedicate a Luigi Bartolini – questo primo sabato di agosto all’Eremo dei Frati Bianchi di Cupramontana: “LUIGI BARTOLINI – I LUOGHI, LA MEMORIA, LE IMMAGINI”, con Ezio Bartocci e Fabio Ciceroni: “Il mondo narrativo di Bartolini tra scrittura e grafica”, Fiammetta Luino: “Le incisioni di Luigi Bartolini”, letture di Mauro Pierfederici tratte da “L’eremo dei frati bianchi” di Luigi Bartolini, con l’accompagnamento musicale di Gioele Zampa. Il tutto a cura dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cupramontana, immersi nello splendido scenario dell’Eremo, abbandonato nei primi decenni del secolo ma da qualche anno recuperato e ristrutturato, in fondo ad una valletta nascosta tra le colline e difficile da immaginare. Una serata davvero interessante e piacevole, in luoghi e su argomenti da valorizzare.

(LE ALTRE FOTO)

Annunci

Informazioni su Tullio Bugari

https://tulliobugari.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in LIBRI, memorie e dintorni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a “I luoghi, la memoria, le immagini”

  1. Pingback: “Luigi Bartolini, AMORE DI MARCA”, a cura di Fabio Ciceroni e Ezio Bartocci | Altrovïaggio

  2. Pingback: A Firenze, per un mese, un’inedita Galleria di ritratti di scrittori | Altrovïaggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...