Che significa trasmettere le memorie?

Incontro ieri sera 31 luglio con il libro In bicicletta lungo la Linea Gotica, al Parco Colle Elisa di Cupramontana, paese ove ero già stato in aprile, in una giornata dedicata alla memoria e alla legalità. Un incontro “estivo”, per approfittare anche di queste sere anpi1d’estate per tornare sui temi della memoria. Ieri sera, con l’amico Silvano Sbarbati che ha organizzato l’incontro, abbiamo sperimentato un format nuovo. Non abbiamo proiettato video e foto, come già fatto in aprile, ma abbiamo conversato, alternando alle sue domande e alle mie risposte, la lettura di una serie di brani scelti, eseguita dalla voce dell’attore Antonio Cuccaro, che s’inseriva. In fin dei conti, un libro non è solo un pretesto per parlare di certi argomenti ma è già un lavoro compiuto, di sedimentazione di sentimenti e pensieri e di affinamento della loro sistemazione per poterli trasmettere nel modo migliore a che ci legge, e quindi perché non farlo ascoltare direttamente? I brani letti riproponevano la partenza dei ciclisti dalle postazioni a cielo aperto del Monte Folgorito, le emozioni nell’attraversare luoghi ricchi di suggestione per il loro paesaggio e la loro storia, l’incontro sul Monte Battaglia in provincia di Ravenna con l’amico partigiano Aurelio Ricciardelli, mentre la conversazione si snodava intrecciandosi alle letture e proponendo riflessioni sulla trasmissione delle memorie, su che cosa abbia significato per le generazioni di allora trovarsi immerse, da vicende più grandi di loro, nella necessità di reagire e scegliere. Su che cosa ancora oggi tutto questo significhi, non tanto per una voglia di astratte nostalgie ma come metodo per pensare alla realtà dell’oggi. Le memorie che avremo in futuro di questi nostri giorni contemporanei stanno nascendo oggi, mentre viviamo il presente, e dipendono da come noi siamo capaci di adoperare il nostro sguardo critico e attento, partecipando e interessandoci a ciò che accade. Senza farci trascinare dalle superficialità o manipolazioni di chi per interesse racconta ciò che accade sempre in un modo un po’ diverso, allo scopo di farci allontanare e disinteressare. Parlando così del progetto della Staffetta della Memoria abbiamo citato anche altri eventi, a titolo di esempio, come la guerra nella ex-Jugoslavia,oppure la tragedia del Vajont di cui ancora molti parlano come di un evento naturale, o ancora, per tornare ai luoghi della linea gotica, le stragi sui treni nella galleria della direttissima o da ultimi i lavori della Tav del Mugello, a cui l’ultima edizione della Staffetta della Memoria ha dedicato un incontro presso la Biblioteca di Scarperia. Le memorie di ieri e le memorie di oggi. La memoria è un campo di battaglia, mi veniva da ricordare, nel senso che dipende dal nostro impegno. La Resistenza e le esperienze della Storia sono importanti, dunque, non tanto per la nostalgia di ricordare ma come metodo per esercitare il nostro sguardo anche oggi.

Ci sono ancora altri due appuntamenti “estivi” con i libro. Il primo il 14 agosto a Pracchia, provincia di Pistoia, nei pressi del Passo della Collina e degli ex stabilimenti di Campo Tizzorro, luoghi importanti nelle vicende della Linea Gotica. La sera del 14 gli amici della Pro Loco organizzano l’incontro in occasione della sosta della marcia che parte il 12 agosto da Sant’Anna di Stazzema – promossa da Arci Versilia, ANPI e altre associazioniell’anniversario della strage – e arriva il 17 a Monte Sole, dove nell’ottobre del ’44 si è consumata un’altra terribile strage. Il 21 agosto invece di nuovo dalle nostre parti, al Lazzaretto di Ancona, un incontro organizzato dal circolo Il Pungitopo della Lega Ambiente e dall’Arci di Ancona.

(Nella foto, Aurelio Ricciardelli mentre dona al Presidente dell’Anpi di Jesi, Daniele Fancello, una copia del libro “Io sono l’ultimo“, durante la Staffetta della memoria 2013, a Casola Valsenio).

 

Advertisements

Informazioni su Tullio Bugari

https://tulliobugari.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in LIBRI, LUNGO LA LINEA GOTICA, memorie e dintorni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...