Il 20 aprile, giornata dedicata alla legalità e alla memoria attiva

fsmRicevo dagli amici che stanno organizzando il 20 aprile a CUPRAMONTANA (AN), e che giustamente hanno pensato di unire le due iniziative – XVI° Carovana antimafie  e presentazione del libro  “IN BICICLETTA LUNGO LA LINEA GOTICA” – per farne una GIORNATA DEDICATA ALLA LEGALITA’ E ALLA MEMORIA ATTIVA.    Ne sono doppiamente coinvolto, per il libro che ho scritto seguendo la staffetta della memoria e perché ho partecipato alla presentazione della carovana antimafia al Forum Sociale di Tunisi (della quale riporto questa foto, al corteo del 30 marzo, il giorno della terra) e ora ritrovo qui questo importante appuntamento. Ecco il testo che ho ricevuto dagli amici di Cupramontana.
adesivo_italianoXVI° Carovana antimafie. Quest’anno la Carovana antimafie, promossa da Arci, Libera e Avviso Pubblico, giunta ormai alla sua sedicesima edizione, torna ad essere internazionale. Per ben 96 giorni attraverserà molte regioni europee (dalla Corsica ai Balcani), oltre a tutte quelle italiane. La partenza è prevista per il 1 marzo a Roma da dove, dopo un percorso che toccherà terre, culture e luoghi di aggregazione e lotta alle mafie, giungerà il 4 giugno a Corleone, e lì si chiuderà con un grande concerto di musica popolare.  In ognuno dei luoghi raggiunti dalla Carovana sono previste iniziative, alcune dal forte valore simbolico, con l’obiettivo di coinvolgere e sensibilizzare gli abitanti e le istituzioni locali. La memoria di ogni tappa verrà fissata attraverso il diario di bordo tenuto dai carovanieri, i racconti, i video, le foto, le testimonianze radiofoniche. Il viaggio attraverserà tutte le regioni italiane, Corsica, Francia e Svizzera (12 giorni ad aprile), Albania, Bosnia, Bulgaria, Serbia (21 giorni a maggio), 17.440 chilometri da percorrere, 123 tappe in cui sono previste iniziative su più di 30 beni confiscati, dibattiti, convegni, testimonianze di familiari di vittime di mafia, incontri con la cittadinanza, cene della legalità con i prodotti delle terre confiscate alla mafia, concerti, spettacoli, animazione nelle piazze e nelle scuole.
Il giorno 20 aprile alle ore 15 farà tappa anche a Cupramontana , presso il Podere Tufi confiscato alla criminalità organizzata e restituito alla cittadinanza attraverso un progetto di promozione sociale voluto dal Comune di Cupramontana in collaborazione con le Cooperative Sociali Vivicare e Pane e Tulipani di Jesi, si terrà una tappa della Carovana, per non dimenticare che anche in queste terre la criminalità organizzata è capace di colpire ma che una forte risposta della società civile e delle istituzioni è possibile.
Nel Podere, che a breve vedrà l’inaugurazione della comunità residenziale per utenti con disagio psicologico, è già attivo un orto sociale e biologico che ospita utenti dell’area del disagio sociale in percorsi di inserimento lavorativo. Il 20 aprile saranno invitati nel Podere esponenti dei presidi territoriali e regionali di Libera Marche assieme a rappresentanti dei promotori e partner dell’evento, Arci, Avviso Pubblico, Cgil, Cisl, Uil e delle istituzioni locali, per partecipare simbolicamente ai lavori di coltivazione dell’orto sociale, testimoniando il coinvolgimento della comunità nella lotta per la legalità.
Dalle ore 15 alle ore 18, organizzeremo una giornata di lavoro sull’orto. Saranno invitati esponenti dei presidi di Libera Marche, di Arci ed esponenti di Cgil, Cisl e Uil partners dell’evento.

A SEGUIRE IN SALA CONSILIARE
 Ore 18 – Presentazione del Libro IN BICICLETTA LUNGO LA LINEA GOTICA – di Tullio Bugari
562197_523923164312747_139625555_nIntroduce Leonardo Animali – Presidente del Forum Antifascista delle città dell’Adriatico e Jonio
organizzato dall’associazione Culturale CUPRALIBERACUPRA
Italia, 1944. Per contrastare l’avanzata degli Alleati, i nazisti e i repubblichini costruiscono una poderosa linea difensiva lunga 300 chilometri dal Tirreno (valle del Magra) all’Adriatico (valle
del Foglia), attraverso Toscana, Emilia Romagna e Marche. È la “Linea Gotica”, a ridosso della quale hanno luogo alcune fra le più cruente battaglie della seconda guerra mondiale in Italia: tra l’agosto 1944 e l’aprile 1945 qui si contano più di 200.000 tra morti, feriti e dispersi oltre a distruzioni incalcolabili.
La Staffetta della Memoria ripercorre ogni anno in sette tappe, sia in bicicletta che a piedi, i luoghi della guerra lungo la Linea Gotica, incontrando la popolazione, i ragazzi delle scuole, i reduci della Resistenza. Questo libro racconta percorsi, storie, luoghi di quei giorni e d’oggi.
“Fare operazioni di memoria fa bene. Distende i sentimenti e fortifica la mente. Altrimenti ci si dimentica, ma soprattutto senza coltivare la memoria si vive schiacciati in un eterno presente. Se poi la memoria la si pratica in bicicletta ne beneficia anche il corpo. Se è staffetta, diventa gioco collettivo, passaggio…”. (Massimo Cirri)
Annunci

Informazioni su Tullio Bugari

https://tulliobugari.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in LIBRI, LUNGO LA LINEA GOTICA, memorie e dintorni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...