Un altro mondo e’ possibile

20130331-073441.jpg30 marzo giornata della terra. Il Forum Sociale Mondiale di Tunisi si chiude con una grande manifestazione in città . Preponderanti, ovviamente, dato il tema della giornata, la presenza di bandiere palestinesi. All’interno del corteo, insieme alle altre delegazioni italiane, anche lo striscione della carovana antimafia, che ha scelto questo forum e questa giornata per la sua partenza. Il 3 aprile la carovana sarà a Palermo.
Il Forum era iniziato in città, in Avenue Bourghiba, 5 giorni fa, e si è concluso di nuovo qui in città. Martedì scorso un ragazzo tunisino mi diceva “This is a dream”, per sottolineare l’importanza di per se evidente di questo evento per Tunisi. Fino a due ani fa era impensabile una simile folla, avere “il mondo in casa”, in un l paese che dopo le vicende di questo ultimo periodo – la rivoluzione, come molti la chiamano, e la complessa transizione in atto – ha avuto un crollo del turismo, una sorta di isolamento. La situazione certamente è ancora complessa e in evoluzione, tra molte contraddizioni e contrasti che si confrontano. L’assassinio di Chokri Belaïd e un esempio di come la situazione sia ancora molto incerta e già da solo ha convinto molti, anche tunisini che vivono all’estero, a non rientrare per il Forum. Quindi il Forum ha avuto un impatto senz’altro positivo. C’è stata sempre la sensazione di una forte presenza locale, non solo per la presenza delle delegazioni tunisine e dei paesi vicini, ma anche per la presenza stessa della città. L’altra sera ho visto passeggiare per i viali del campus una nonna che teneva per mano la sua nipotina, tutte vestite eleganti e con abiti tradizionali. Curiosavano. Certo, molte delle contraddizioni presenti in queste società , alcune in transizione come la Tunisia – ma mi sono fermato a parlare anche allo stand del Forum sociale libico – altre con problemi anche maggiori, si sono riversate anche dentro al Forum. Lo si è visto talvolta con delegazioni su posizioni in contrasto tra loro e con alcuni dibattiti in qualche caso “molto” accesi. Sia su questo, che sul l’insieme dei lavori, delle concussioni e delle assemblee di convergenza, ci sarà dunque molto da riflettere. Il Forum e stato un grande contenitore, di cose nuove, di esiti di lavoro e di lotte di rete locali già attive da anni, di propositi nuovi e di nuove scadenze. Le prime ad esempio a Giugno, sui temi dell’austerity, ad Atene. Ma tanti altri temi ancora. È probabilmente positivo avere avuto concentrati qui, in questi giorni, in un solo luogo, tutti i temi possibili da affrontare, insieme, affinché davvero un altro mondo sia possibile. Ma naturalmente dobbiamo guadagnarcelo.
Io mi sono trovato a seguire il Forum con gli amici dell’Arci e poi con il gruppo redazionale del blog Voci da Tunisi, composto da amici tunisini e italiani. Una bella e piacevole esperienza. Quasi 60 articoli prodotti, curiosando per le varie assemblee, più interviste video e foto in parte ancora da montare e disponibili nei prossimi giorno, insieme ad altri materiali di riflessione ancora da sviluppare. Può essere già questo un punto di riferimento per quanti vogliono approfondire..

Annunci

Informazioni su Tullio Bugari

https://tulliobugari.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in Forum Sociale Mondiale. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Un altro mondo e’ possibile

  1. Stefano Zucchiatti ha detto:

    L’ha ribloggato su Voci da Tunisi.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...