25 aprile: prima tappa

LEGGI L’INTERA CRONACA DELLA SETTIMANA

25 APRILE, prima tappa, da Montignoso (Massa) a Borgo a Mozzano (Lucca).

Partenza. La nostra Linea Gotica inizia dalla fine. Nel senso che da queste parti – Montignoso e il Monte Folgorito – l’ultima battaglia è stata combattuta nella prima settimana di aprile del 1945, un paio di settimane prima della Liberazione. La partenza ufficiale della staffetta è avvenuta davanti al Comune, con una cerimonia organizzata dall’ANPI, con il presidente Pier Carlo Albertosi, la compagna Lucia e altri, che ci hanno accompagnato a visitare il muovo museo, la cui inaugurazione era programmata proprio per oggi. Albertosi ci racconta che ancora capita di riscoprire storie di allora che erano state dimenticate; su una di queste sta raccogliendo proprio in questi giorni altre testimonianze, a conferma o integrazione. Come se le memorie fossero ancora vive e  diffuse, e non abbiano ancora finito di narrare queste infinite storie. La cerimonia prevedeva tra le altre cose LA FIRMA della Costituzione italiana, per ribadire insieme il valore della carta costituzionale, nata proprio grazie alle vicende che hanno coinvolto in prima persona queste terre. Sarà questo il filo conduttore di tutte le cerimonie e gli incontri previsti in questi giorni.

Poi abbiamo iniziato a salire, verso la Chiesetta dei partigiani al Pasquilio e da lì una passeggiata a piedi sul Monte Folgorito, dove l’ultima postazione di soldati tedeschi fu sorpresa nel sonno nell’aprile del ’45. La battaglia poi durò tre giorni. Insieme alle divisioni americane della Buffalo (afroamericani) e i Nisei (giapponesi delle Haway), avevano partecipato anche i patrioti apuani.  Dalla cima del Folgorito il panorama spazia magnifico, dal Golfo di la Spezia a Pisa. Dopo i temporali della notte il sole questa mattina è arrivato proprio mentre eravamo in vetta.

Subito dopo, chi doveva pedalare ha iniziato a farlo. Fino a svalicare al Passo del Vestito sotto il Monte Altissimo, dove durante la notte ha addirittura nevicato. Vediamo la neve ai lati della strada. Anche da qui il panorama è spettacolare, sulle Apuane qua e là bianche per la neve o per il marmo. Poi, una più distensiva discesa, lunga e calma ma anche suggestiva dentro le gole che si aprono verso la Garfagnana, fino a Gallicano, dove eravamo attesi da un altro gruppo Anpi, quello della Valle del Serchio, con il Presidente Enzo Lanini.

Infine a Borgo Mozzano, lungo la strada che corre parallela al fiume Serchio e alla ferrovia che collega La Spezia a Lucca dalla fine dell’Ottocento. Prima dell’ingresso in paese, lo spettacolo del suggestivo Ponte del Diavolo, e poi all’hotel, giusto in tempo perché Doriano abbia il tempo di fare in diretta la cronaca della giornata agli ascoltatori di Caterpillar. Ma la serata non è finita, qualcosa è stato preparato anche per dopo cena. Piergiorgio Pieroni, Presidente della Proloco, ci organizza una visita notturna ad uno dei numerosi bunker dell’esercito tedesco ancora presenti in zona. Nel vedere queste grotte basse e gocciolanti sottoterra – così come questa mattina le buche al vento e alla pioggia sul monte Folgorito –  verrebbe da pensare a Sturmentruppen, se non  fossero tragiche e serie le storie che vi sono collegate.  Anche dentro ai resti del vecchio bunker è allestito un piccolo museo, con reperti di allora, copie di manifesti e di giornali, carte che aiutano a ricostruire e meglio ricordare. Giornata positiva, imprevisti quasi nessuno, lo spirito è buono, il gruppo avanza tranquillo e sicuro. Domani ancora tanta strada.

Annunci

Informazioni su Tullio Bugari

https://tulliobugari.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in memorie e dintorni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...