Jugoschegge a Osimo, il 28 gennaio

Dopo la pausa natalizia riprendono le presentazioni di Jugoschegge. Il primo nuovo appuntamento è a OSIMO,  SABATO 28 GENNAIO, presso le Grotte del Cantinone, alle ore 18, promosso dall’Assessorato alle Attività Cultutali del Comune di Osimo e dall’Azienda Servizi Sociali Osimana, in collaborazione con IL MERCANTE DI STORIE.

Per una curiosa coincidenza ci troviamo proprio nella città dove  il 10 novembre 1975 i Governi italiano e, allora, Jugoslavo firmarono il “Trattato di Osimo”, riconoscendo definitivamente la sovranità italiana su Trieste e la “zona A” e quella jugoslava sulla “zona B”, in territorio istriano. Eravamo da queste parti meno di un anno fa, con l’amico Alessandro GORI – giornalista freelance e viandante Balkan – durante un suo giro marchigiano, la mattina  a visitare la villa del trattato e l’intero pomeriggio  a chiacchierare di Jugoschegge seduti al bar dei giardini, sulla terrazza panoramica, con un registratore acceso in mezzo a noi.

Nacque così “Passioni e Lettere”, il contributo di Alessandro al nostro libro, con i suoi racconti di viaggi nei Balcani, dal 1900 in poi, attraversando gli anni della guerra e dell’embargo alla Serbia, le successive proteste studentesche e i bombardamenti della Nato del 1999, le visite in Kosovo ma anche i vivaci e vitali viaggi a Guca, “la metafora della musica balcanica”, i contatti con i giovani e i viaggi che  Alessandro organizza per far conoscere questi paesi oggi: “Ciò che mi ha sempre più colpito è lo spirito delle persone: non ne avevo mai incontrate di così aperte, nonostante le guerre e la violenza estrema che c’è stata. Questo spirito aperto secondo me costituisce il loro potenziale, sicuramente inespreso. Forse è una delle molte contraddizioni dei balcani, la compresenza di elementi estremamente positivi e negativi, in molti settori. Di solito propongo itinerari o faccio direttamente da guida agli amici affinché acqusiscano una visione diretta del paese, durante il festival di Guca o in altri momenti e tutti rientrano entusiasti.” 

Anche gli altri testi ospitati nel libro – altrettanto ricchi di racconti e valutazioni sulle vicende di questi anni, su guerra e dopoguerra, senza nemmeno trascurare, quando occorre, riflessioni autocritiche –  sono nati tutti da lunghe conversazioni con gli autori: il fotoreporter Mario BOCCIA, il giornalista Ennio REMONDINO, lo scrittore e coopereante Luca RASTELLO, la cooperante Silvia MARAONE, l’attrice Roberta BIAGIARELLI, il giornalista e scrittore Paolo RUMIZ. La prefazione è di Massimo CIRRI e l’introduzione di Agostino ZANOTTI.

Jugoschegge è anche un libro fotografico, con le foto scattate da Giacomo Scattolini durante la guerra e poi riscattate oggi e messe a confronto, per raccontare anche gli estremi urbani della devastazione e le tracce della ricostruzione.

La proiezione delle foto accompegnerà la presentazione del libro da parte dei curatori, Tullio Bugari e Giacomo Scattolini.

www.jugoschegge.it

Annunci

Informazioni su Tullio Bugari

https://tulliobugari.wordpress.com/
Questa voce è stata pubblicata in JUGOSCHEGGE e dintorni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...